GIF - Home




Un anno di poesie - Febbraio 2012

Ghiorgos Seferis (1900-1971)


[Il sonno ti ravvolse]

   
Il sonno ti ravvolse, come pianta, di foglie
verdi, alitavi come pianta al calmo lume,
mirai la tua figura nella sorgente diafana:
palpebre chiuse, i cigli una crespa nell' acqua.
Le mie dita trovarono nell' erba tenera le tue dita,
ti tenni il polso, un attimo: altrove
sentii la pena del tuo cuore.

Sotto il platano, presso l'acqua, fra gli allori
ti rimoveva il sonno e ti faceva a brani
attorno a me, presso di me, nÚ ti potevo attingere intera,
medesimata con il tuo silenzio:
vedevo la tua ombra farsi grande, farsi piccola,
perdersi fra le altre ombre, nell' altro
mondo che ti lasciava e ti ghermiva.

La vita che ci diedero da vivere vivemmo.
PietÓ di quelli che cosý pazienti aspettano
spersi fra i bruni allori, sotto i platani grevi,
e di quelli che parlano soli alle cisterne e ai pozzi
e annegano nei cerchi della voce.

E pietÓ del compagno che divise privazioni e sudore,
s'inabiss˛ nel sole, corvo di lÓ dai marmi,
e non sper˛ la gioia del compenso.

Donaci, fuori del sonno, la pace.
            
«« Formato stampabile

 

 

Precedente : poesia di Gennaio

GIF - Home
Sfondi pc Eros Racconti Donne Depilate Desktop 50enni Mature Poesie Manga Belle Donne Single