GIF - Home




12 poesie per un anno - Gennaio 2008

Gaio Valerio Catullo (84 a.C.–54 a.C.)Salomone (sec. X a.C.)


Lodi alla bellezza della sposa (Cantico dei Cantici, 4)

   
Come sei bella, amica mia, come sei bella!
Gli occhi tuoi sono colombe,
dietro il velo.
Le tue chiome come un gregge di capre,
che scendono dalle pendici del Galaad.
I tuoi denti come un gregge di pecore tosate,
che risalgono dal bagno;
tutte procedono appaiate,
e nessuna è senza compagna.
Come un nastro di porpora le tue labbra
e la tua bocca è soffusa di grazia;
come spicchio di melagrana la tua guancia
dietro il velo.
Come la torre di David il tuo collo,
costruita a guisa di fortezza.
Mille scudi vi sono appesi,
tutte armature di eroi.
I tuoi seni sono come due cerbiatti,
gemelli di una gazzella,
che pascolano tra i gigli.
Prima che spiri la brezza del giorno
e si allunghino le ombre,
me ne andrò al monte della mirra
e alla collina dell’incenso.
Tutta bella tu sei, amica mia,
in te nessuna macchia.
Stampa la poesia«« Formato stampabile
 Precedente : poesia di Dicembre 

 

GIF - Home
Sfondi pc Eros Racconti Donne Depilate Desktop 50enni Mature Poesie Manga Belle Donne Single