GIF - Home




12 poesie per un anno - Dicembre 2004

Pablo NerudaGiovanni Della Casa (1503-1556)


IV

Amor, per lo tuo calle a morte vassi,
e ‘n breve tempo uccide il tuo tormento,
sì com’io provo; e non però consento,
né so per altra via mover i passi.

Anzi, perché ‘l desio vole e trapassi
più veloce al suo mal che strale o vento,
spesso del suo tardar mi lagno e pento,
sospingendo pur oltre i pensier lassi:

tal che, s’i’ non m’inganno, un picciol varco
è lunge il fin de la mia vita amara;
e nel tuo regno il piè posi pur dianzi.

Poco da viver più credo m’avanzi,
né di donarlo a te tutto son parco:
tal costume, signor, teco s’impara.
			
Stampa la poesia«« Formato stampabile
 Precedente : poesia di novembre 

 

GIF - Home
Menu Eros Racconti GIF Animate Desktop Donne Mature Poesie Hard FAQ Donne nude Porno-map

Sezioni