GIF - Home

 GIF ANIMATE |CLIPART |SFONDI |POESIE AMORE |DONNE MATURE |MANGA |TEST EROTICI |MENU |ADULT



12 poesie per un anno - Maggio 2004

Dante Alighieri infernoDante Alighieri (1265-1321)

Da INFERNO, Canto V

Ne li occhi porta la mia donna Amore ,
per che si fa gentil ciò ch'ella mira ;
ov'ella passa, ogn'om ver lei si gira,
e cui saluta fa tremar lo core,

sì che, bassando il viso, tutto smore,
e d'ogni suo difetto allor sospira:
fugge dinanzi a lei superbia ed ira.
Aiutatemi, donne, farle onore.

Ogne dolcezza, ogne pensero umile 
nasce nel core a chi parlar la sente,
ond'è laudato chi prima la vide.

Quel ch'ella par quando un poco sorride,
non si pò dicer né tenere a mente,
sì è novo miracolo e gentile.                                             

Tanto gentile e tanto onesta pare 
la donna mia quand'ella altrui saluta,
ch'ogne lingua deven tremando muta,
e li occhi no l'ardiscon di guardare.

Ella si va, sentendosi laudare,
benignamente d'umiltà vestuta;
e par che sia una cosa venuta 
da cielo in terra a miracol mostrare.

Mostrasi sì piacente a chi la mira,
che dà per li occhi una dolcezza al core,
che'n tender no la può chi no la prova:

e par che de la sua labbia si mova 
un spirito soave pien d'amore,
che va dicendo a l'anima: Sospira.

  .......

Noi leggevamo un giorno per diletto  
di Lancillotto come amor lo strinse;
soli eravamo e sanza alcun sospetto. 
Per più fiate li occhi ci sospinse  
quella lettura, e scolorocci il viso;
ma solo un punto fu quel che ci vinse.
Quando leggemmo il disiato riso  
esser baciato da cotanto amante,
questi, che mai da me non fia diviso,
la bocca mi baciò tutto tremante.
Galeotto fu il libro e chi lo scrisse:
quel giorno più vi leggemmo avante.
Mentre che l'uno spirto questo disse,
l'altro piangèa; sì che di pietade 
io venni men così com'io morisse. 
			
Stampa la poesia«« Formato stampabile
 Precedente : poesia d'aprile 

 

GIF - Home
Puttane Manga xxx Sesso Mania GIF Animate DVD porno Poesie Hard Quiz Sesso Donne nude

Sezioni