GIF - Home




12 poesie per un anno - Giugno 2004

Carlos Varela PoetaCarlos Varela (1963)


Piccoli sogni

Il camionista accende la radio 
e cala la notte, 
le luci sulla strada sono come i sogni, 
si avvicinano adagio e quando arrivano 
tornano ad andarsene.

Nella cabina c il poster della ragazza di Playboy, 
lei lo guarda fisso, non lo lascia dormire, 
lui sa che queste non sono grandi cose, 
ma sono i suoi sogni, 
quei piccoli sogni che aiutano anche loro a vivere.

Lei ha appeso una foto mia sopra il letto, 
io so che a suo padre non piace, ma resto l, 
crocifisso sulla parete senza poter far nulla, 
mi limito a guardarla fisso quando va a dormire.
Lei sa molto bene che queste non sono le grandi cose, 
ma sono i suoi sogni, 
quei piccoli sogni che aiutano anche loro a vivere.

Mia madre metteva fiori alla foto di pap 
e lo guardava fissamente prima di dormire, 
lei sapeva che quelle non erano grandi cose, 
ma era il suo sogno,
quei piccoli sogni che aiutano anche loro a vivere.

Ho un cappello, una paio di stivali, il mio amore e la mia
chitarra,
lei mi guarda fisso e non voglio dormire, 
so che non sono grandi cose, ma sono i miei sogni, 
quei piccoli sogni che mi aiutano anche loro a vivere.

E cos mi perdo camminando
quando cala la notte,
le luci della strada sono come i sogni, 
si avvicinano lentamente e quando arrivano ritornano via
sono i piccoli sogni che aiutano anche loro a vivere, 
aiutano a vivere.
			
Stampa la poesia«« Formato stampabile
 Precedente : poesia di maggio 

GIF - Home
Hard Manga xxx Confessioni Erotiche Donne mature DVD porno Poesie Links Puttane Test Sesso

Sezioni